Cariche nazionali, confermato l’organico

0

CNSAS elicottero pizzo badileMILANO – Si è tenuta sabato 13 marzo a Milano, nella sala convegni del CAI, l’assemblea per il rinnovo delle cariche nazionali del Soccorso Alpino. I rappresentanti delle delegazioni, provenienti da tutte le regioni d’Italia, hanno riconfermato vicepresidente, con mandato triennale, il camuno Valerio Zani, già responsabile della V Zona Bresciana. Presidente è Piergiorgio Baldracco, affiancato dal secondo vicepresidente Corrado Camerini, un altro bresciano. Riconfermati anche tutti i membri del Consiglio uscente: il bergamasco Danilo Barbisotti, il valdostano Adriano Favre, il trentino Maurizio Dell’Antonio, il piemontese Dario Jannon, per l’Umbria Aldo Paccoia e per il Lazio Livio Russo. Gli incarichi hanno avuto una conferma a larga maggioranza, intorno al 90% dei consensi. La Valle Camonica ha sempre avuto un ruolo importante all’interno del Corpo nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico, anche per ragioni storiche, in quanto presente fra i promotori della struttura nel 1954, anno di istituzione per iniziativa del dott. Scipio Stenico. Un altro camuno, Armando Poli, di Vezza d’Oglio, è stato presidente nazionale dal 1993 al 2004. Prosegue intanto l’attività del Soccorso Alpino sulle piste dei comprensori sciistici, garantita fino al termine della stagione turistica invernale, accanto al progetto “In montagna con i piedi e con la testa”, avviato dall’ex assessore alla Protezione civile della Provincia di Brescia, Corrado Scolari, e portato avanti dall’assessore attuale, Fabio Mandelli.