Breno, 500 firme contro l’utilizzo non autorizzato di motoslitte

0

montagna motoslittaBRENO – In Valcamonica si torna a parlare di motoslitte: l’amministrazione comunale di Breno prende atto della raccolta di 500 firme per iniziativa di Cai, Italia Nostra, Legambiente e Vivi Breno, sull’utilizzo non autorizzato di mezzi in località Bazena-Gaver-Maniva. Sui territori del Parco Adamello vige il divieto di transitare con le motoslitte in mancanza di un permesso specifico. Il sindaco di Breno, Sandro Farisoglio, dichiara: “Attualmente è vietato usare le motoslitte nell’area di Bazena. È inoltre tutt’ora in vigore un’ordinanza comunale del 10 novembre 2004, che prevede l’eventuale rilascio di permessi stagionali per la circolazione, servizio mai attuato dall’Amministrazione comunale. Tutti concordiamo sull’importanza del rispetto della natura, della salute e della quiete pubblica, e soprattutto riteniamo indispensabile ribadire l’obbligo del rispetto delle leggi che oggi fanno divieto di transitare sui territori del Parco Adamello con le motoslitte”. Intanto è al lavoro un tavolo tematico indetto presso la Provincia di Brescia, a cui partecipano le Amministrazioni comunali coinvolte, Comunità montana, Parco dell’Adamello, Cai, Soccorso Alpino e Gruppo sportivo Bazena. Le norme che oggi regolano la materia sono il Piano territoriale di coordinamento del Parco Adamello (pubblicato sul Burl del 29 dicembre 2005, primo supplemento straordinario al n° 52), la Legge regionale forestale n. 8 del 1976, integrata dalla Legge regionale 80 del 1989 e da una successiva modifica del 1993.