Valanga al Passo Maniva

0

CNSAS barella invernale rid.PASSO MANIVA – Valanga al Passo Maniva oggi verso mezzogiorno; non ha coinvolto persone. E’ accaduto a duemila metri di quota. La massa di neve si è staccata dal dosso di vertice situato nelle immediate vicinanze del Rifugio Bonardi, poco distante dall’area in cui si trovano gli impianti di risalita del comprensorio. I presenti hanno subito contattato il 118. Sul posto è giunta l’eliambulanza, a bordo anche un tecnico elicotterista e un’unità cinofila del Soccorso Alpino. Gli operatori della Stazione di Valtrompia sono saliti a piedi per compiere le operazioni di bonifica, che consistono in un controllo sistematico della zona con l’apparecchio ARVA, con i cani e con operazioni specifiche di sondaggio della valanga. Al termine è stato possibile accertare che nessuno era rimasto sepolto dalla neve. Nel tardo pomeriggio invece al Grem, nel territorio comunale di Oltre il Colle, gli uomini della V Delegazione Bresciana sono intervenuti a supporto dei colleghi bergamaschi per una valanga che ha travolto un uomo, recuperato in condizioni molto gravi e portato con l’elicottero in ospedale. Alcune ore prima a Lizzola un’altra valanga aveva interessato un uomo, che non ha riportato ferite. Ieri, sabato 6 febbraio, dopo alcuni giorni di ricerca, in Bassa Valtrompia i tecnici del CNSAS hanno ritrovato il corpo di un ragazzo che viveva nella zona di Lumezzane, precipitato in un canalone per cause da accertare. L’operazione è stata disposta dalla Procura, che indaga. Per quanto riguarda l’attività di soccorso svolta nelle principali località sciistiche della provincia di Brescia, non si segnalano interventi di particolare gravità.