Intervento al Lago della Vacca

0

CNSAS sci alpinismoVALCAMONICA – Intervento di soccorso al Lago della Vacca oggi pomeriggio, mercoledì 30 dicembre, da parte della V Delegazione del Soccorso Alpino. Intorno alle 14.00 un uomo di circa 60 anni, bresciano, è rimasto ferito per una caduta mentre praticava sci alpinismo. La zona è quella del Passo della Vacca, tra i comuni di Breno e Bagolino. Il suo compagno di escursione è sceso a valle per potere chiedere aiuto con il cellulare. La centrale del 118 ha allertato subito il CNSAS (Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico), che ha inviato sul posto i tecnici della Stazione di Breno, competente per territorio. In quota stava nevicando e a causa delle condizioni ambientali e climatiche non è stato possibile utilizzare l’elicottero. Fondamentale quindi l’aiuto dei volontari del Gruppo Sportivo Bazena, giunti sul posto con le motoslitte. L’uomo presentava una sospetta frattura della tibia, non era in pericolo di vita ma si rendeva necessario il trasporto immediato in ospedale. E’ ricoverato a Gavardo. L’impiego delle motoslitte è stato risolutivo per riuscire a portarlo in salvo nel minor tempo possibile. La presenza di pioggia e neve, la visibilità precaria e il sopraggiungere dell’oscurità sono infatti fattori che possono compromettere le condizioni di sicurezza non solo delle persone infortunate o disperse ma anche delle squadre di soccorso. Un altro intervento andato a buon fine, grazie al supporto del Gruppo Bazena, che ha già collaborato con il Soccorso Alpino in diverse situazioni, e alle motoslitte: se usate con cognizione, possono rivelarsi un ottimo mezzo per risparmiare tempo e contribuire a completare al meglio un’operazione che richiede un complesso sistema di uomini, mezzi e risorse.