Sequestro di materiale bellico in Adamello, indagini in corso

0

immagine-cronacaALTA VALCAMONICA – La Procura di Trento ha aperto un fascicolo su un episodio accaduto nel mese di agosto del 2008, il sequestro di materiale bellico a tre persone, due camuni e un veronese.
Alcuni tecnici della Società alpina tridentina e dei dipendenti della Provincia di Trento, impegnati in una bonifica, li avevano fermati lungo il sentiero tra il rifugio Caré Alto e il ghiacciaio dei Pozzoni, nel gruppo dell’Adamello. Sequestrati proiettili per mitragliatori, bombe a mano, fucili e altri reperti di valore storico e potenzialmente pericolosi. Da accertare la presenza in zona di un elicottero non autorizzato. L’ipotesi di reato è detenzione di materiale bellico, che ora potrebbe diventare furto di bene pubblico.